Perchè questo blog

Giampietro De Angelis, per lavoro, è sempre stato a contatto con i disagi, con le diversità, con le disabilità. A loro, ai disabili, deve molto. Collaborando e interagendo con loro, ha osservato il desiderio di vivere e compreso il significato dei dettagli, l’importanza delle piccole cose, dei gesti, delle parole, dei sorrisi e degli sguardi. Ed ha imparato da loro che non ci sono limiti mentali e che quelli fisici non debbono essere scuse per fermarsi. Si può. Si può andare oltre, forse di un passo soltanto ma poi di un altro, e un altro ancora. Il limite si riposiziona. La stima di sé si nutre e trasmette un messaggio d’amore e di fiducia. Alla loro forza, alla loro fantasia e creatività, è dedicato questo blog: alla tenacia  e allo spirito di iniziativa nel mondo della disabilità.
Parliamo di stile di vita, di visione positiva ed ottimistica di chi, pur in carrozzina o comunque in condizione apparentemente sfavorevole, sa guardare oltre gli steccati culturali, mettendosi in gioco e superando con molta abilità difficoltà e limiti che sembrerebbero invalicabili. Molti disabili, con il loro esempio, dimostrano che la creatività è un potente motore. Pur non negando una situazione che ha un punto di partenza difficile, saper guardare avanti, con inventiva e caparbietà, rimodella la visione delle cose e i punti di vista, dando stimolo a chi è normodotato.

Annunci